Superbonus 110% e sconto in fattura?

03/08/2020

Grazie al Decreto Rilancio🚀, arrivato in Gazzetta Ufficiale 📜 lo scorso maggio (DECRETO-LEGGE 19 maggio 2020, n. 34) e che dal 17 luglio è legge, accanto al Superbonus 110% per gli interventi di risparmio energetico più impegnativi è confermata la possibilità di sconto in fattura o cessione del credito.

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
I riferimenti legislativi sono desunti dal testo definitivo del Dl rilancio, e le misure di materia edilizia, sono contenute rispettivamente:


➡️ nell’art. 119 | ecobonus, sismabonus, fotovoltaico e colonnine veicoli elettrici;
➡️ articolo 14, decreto legge 4/6/2013 n. 63 | Detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica (convertito con modificazioni dalla legge 3/8/2013, n. 90);
➡️ nell’art. 121 | opzione per la cessione o sconto in luogo delle detrazioni fiscali.


Superbonus: i lavori importanti
Andando con ordine, il Superbonus al 110% è previsto se si esegue almeno uno di questi lavori TRAINANTI (ai quali possono essere abbinati altri lavori TRAINATI, come gli infissi):
    •    Isolamento termico superfici opache verticali, orizzontali e inclinate
    •    Sostituzione di impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda con impianti a pompa di calore e condensazione

Per poter ottenere il
Superbonus al 110% è necessario il Miglioramento di almeno 2 classi energetiche da dimostrare attraverso l’APE redatta dal tecnico.
    

Superbonus 110%: come usare l’agevolazione?
Il Superbonus al 110% è riconosciuto in cinque rate annuali di pari importo. Potrà essere ceduto direttamente all’impresa in cambio di uno sconto in fattura 📄, o di una fattura a zero. Le imprese potranno utilizzare il credito d’imposta per ridurre le tasse o cedere a loro volta il credito alle banche e ottenere quindi immediatamente soldi liquidi 💰

Cessione del credito per Ristrutturazioni, Ecobonus e Bonus facciate
La procedura della cessione del credito, ed è questa la vera novità, potrà essere seguita anche per il bonus facciate al 90% e per tutti gli altri interventi edilizi per i quali è prevista la detrazione del 50% , il sismabonus o per l’Ecobonus 65% in caso di risparmio energetico, comprese le vecchie rate non ancora utilizzate.

Il ddl Rilancio consente infatti di trasformare la detrazione fiscale in un credito d’imposta, che diventa cedibile ad altri soggetti, banche comprese, e non solo a chi esegue i lavori. Si potrà ottenere quindi anche in questo caso un sconto in fattura, o cedere i crediti alle banche.


Superbonus – DL Rilancio, Articolo 121 – Cessione del credito valida per:

   🟢 Recupero patrimonio edilizio
   🟢 Efficienza energetica
   🟢 Misure antisismiche
   🟢 Recupero/restauro facciate (anche solo pulitura e tinteggiatura)
   🟢 Installazione impianti fotovoltaici


Decreti attuativi
Pronti i primi decreti attuativi del Mise relativi al Superbonus:


➡️ il primo è sui requisiti tecnici, che definisce quali sono necessari per soddisfare gli interventi che beneficiano delle agevolazioni, nonché dei massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento;

➡️ il secondo è sulle asseverazioni (comma 13 dell’art.119), e prescrive le modalità di trasmissione e compilazione del relativo modulo delle asseverazioni, che sono poi da trasmettere ai vari organi competenti, tra cui ovviamente l’Enea.


Siamo ancora in attesa della pubblicazione dei decreti attuativi completi, che saranno pubblicati entro il mese di Agosto. 📄🖊️

 

 




 

Condivdi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Post in evidenza

FORTE OVERVIEW, lo scorrevole sottile.

23/03/2017

1/2
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag